LE SELEZIONI
E

Enantio Terradeiforti DOC

La storia racconta che lo storico Plinio il Vecchio, nel primo secolo D.C., parlando di viti selvatiche e coltivate, scriveva. “La brusca: hoc est vitis silvestris, quod vocatur oenanthium…” «è una vite selvatica chiamata enantio».

Varietà d'uva

Enantio / Lambrusca a foglia frastagliata

Modalità di raccolta

manuale in cassette, a partire dalla seconda decade di ottobre

Vinificazione

l’uva viene delicatamente diraspata e pigiata. Il mosto ottenuto si avvia alla fermentazione alcolica in recipienti di acciaio a temperatura controllata compresa tra i 25 e i 28°C; contemporaneamente si procede ad una breve macerazione sulle bucce. Le follature avvengono con il sistema Eureka.

Affinamento

il vino svolge la fermentazione malolattica in tounneax di legno francese, ove rimane per circa 15 mesi. Il vino imbottigliato viene conservato in locali termo condizionati

Colore

rosso rubino intenso

Profumo

inteso, di grande complessità che attraversa una gamma di percezioni, da quelle fruttate ove spiccano i piccoli frutti di bosco ad una speziatura che ricorda talvolta l’incenso e il tabacco

Sapore

spiccata persistenza ed intensità, perfetto equilibrio di acidità e Trama tannica.

Accostamenti gastronomici

compagno ideale della selvaggina e della cacciagione, degli arrosti e dei formaggi di lunga stagionatura

Temperatura di servizio

16-18°C

Gradazione

13 - 14% vol.

Riconoscimenti
2010

18° “Concorso Enologico Internazionale” Vinitaly

Enantio Terradeiforti DOC 2006

2010

9° Concorso "La Selezione del Sindaco"

Enantio Terradeiforti DOC 2006

2011

Concorso Internazionale FHC China

Enantio Terradeiforti DOC 2006

2007

9° “Concorso Enologico Internazionale” Verona Wine Top

Enantio Terradeiforti DOC 2007

placeholder
placeholder